giovedì 16 febbraio 2017

GLI OCCHI A MANDORLA

TUTTO IN UNO SGUARDO

Perché gli asiatici hanno gli occhi a mandorla? Da cosa dipende?



Sono sempre stato affascinato dagli occhi a mandorla. Sin da bambino.
Ricordo che guardavo film con mia madre e le chiedevo perché gli asiatici avessero quella particolare forma degli occhi.
"Probabilmente a causa del freddo" mi rispondeva ogni volta.
A scuola poi, tra amici, vi era sempre la solita risposta:
Perché mangiano tanto riso e poi quando vanno al bagno devono spingere talmente forte che gli si deformano gli occhi. In pratica la stitichezza (o cacca dura in medichese) avrebbe causato gli occhi a mandorla.
Ok, per chi di voi avesse creduto a questa storiella, ho una brutta notizia. È vera quanto che il mio nome è Giangiacomo; e non lo è!!!
Col tempo e con qualche lezione di antropologia in più sulle spalle ho finalmente avuto la risposta esaustiva che cercavo da sempre.

In fin dei conti mia madre aveva ragione: la razza asiatica nasce in Siberia e, così come la razza nera ha capelli ricci e pelle nera per proteggere il cervello e cute dal troppo sole, così la razza asiatica ha modellato la forma dell'occhio al freddo ed alla neve. Le folate di vento, le intemperie ed il riverbero accecante dei raggi solari sulle bianche distese ghiacciate avrebbero modificato così l'occhio asiatico per sempre. Provate a stare voi per migliaia di anni con gli occhi socchiusi a causa di vento gelido, neve e troppa luce, e voglio vedere se non vi viene 'na semiparesi.
(Quanti di voi ci stanno provando in questo momento?)



Anche il colore ha più o meno lo stesso senso evolutivo. Non è che un giorno il padreterno si è svegliato ed ha detto: "quest'anno va di moda il nero! Famo gli occhi neri un po' a tutti" (devo ancora capire perché nel mio immaginario, Dio veste una toga bianca ed ha accento romano).
È risaputo che alle basse latitudini l'iride è pigmentata di melanina (pigmento bruno) a causa del sole e della luce; come la pelle. Lo stesso dicasi per le popolazioni asiatiche (soprattutto del sudest dell'Asia) in cui anche la pelle ha una maggiore componente melanocitaria.


In questa foto vi mostro alcuni tipi d'occhio asiatico e la loro diversa forma.

Ma allora perché gli anime hanno occhi tondi e grandissimi?
Perché i giapponesi non amano particolarmente il loro taglio degli occhi e preferiscono occhi più grandi e più rotondi (sciocchi!!!). Inoltre, soprattutto all'inizio della diffusione di anime e manga, per rendere il prodotto appetibile anche ai mercati stranieri, vi era bisogno di un disegno ed una caratterizzazione dei personaggi che permettesse anche al pubblico occidentale di identificarsi nei loro eroi preferiti.


Anche le modelle e le attrici più famose hanno occhi più grandi e più tondi della media nazionale, proprio perché i giapponesi trovano più attraente questo tipo di occhio.
Negli ultimi anni, inoltre, le ragazze meticce (con un genitore giapponese e l'altro straniero) stanno monopolizzando passerelle e programmi TV perché ritenute più belle delle normali ragazze giapponesi. È anche vero, però, che nella società resiste ancora un po' di "involontario razzismo" per il quale un meticcio non sarà mai considerato totalmente alla pari di un giapponese puro.

Questa cosa sta finalmente cambiando, soprattutto grazie alle nuove generazioni che sono molto più globalizzate ed aperte. Il futuro sembra roseo... Il prossimo passo sarà farli ricredere anche sulla loro convinzione che noi occidentali abbiamo una scarsa igiene personale; un passo per volta.