venerdì 3 marzo 2017

LA POSA DEI GIAPPONESI NELLE FOTO


IL SEGNO DI VITTORIA NELLE FOTO

Perché i giapponesi fanno il segno della vittoria in tutte le foto?



Avrete sicuramente notato la classica posa da foto dei giapponesi. Tutti sorridenti e con le dita in segno di vittoria.
Se vi state chiedendo cosa hanno vinto: non hanno vinto nulla, proprio un bel niente e, a dirla tutta, per loro non vuol nemmeno dire vittoria.

L'usanza in Giappone di mettersi in posa per le foto facendo la V ✌ con le dita risale al periodo post bellico.
In Europa, originariamente, il gesto aveva senso dispregiativo ma col tempo assunse solo quello di vittoria; fu Winston Churchill a sdoganarlo e prese sempre più piede durante e dopo la seconda guerra mondiale.
Dopo la resa giapponese e durante l'occupazione militare americana della nazione, i giapponesi assistettero a numerose parate di soldati che in segno di vittoria mostravano la classica V ✌ con le dita.
Incuriositi da tale gesto cominciarono ad informarsi sul reale significato.
Gli americani, dal canto loro, avevano imposto un'occupazione culturale e politica oltre che militare. I testi scolastici dovevano essere approvati da un comitato statunitense e le TV ed i giornali controllati in modo da evitare una propaganda anti-americana (visto che il sentimento patriottico non era stato del tutto sedato). In pratica la libertà di pensiero e d'espressione fu limitata, come sempre accade quando si perde una guerra e si viene invasi da un'altra nazione.

Winston Churchill in una foto del periodo

Per evitare che il popolo nipponico, notoriamente orgoglioso, si sentisse ulteriormente oltraggiato dal gesto delle truppe americane che intendevano rimarcare la loro vittoria nella seconda guerra mondiale, le alte sfere politiche e militari statunitensi fecero circolare la voce che il segno V di vittoria fatto con le dita non fosse altro che un segno di pace.
Altri dicono che furono proprio i giapponesi a voler intenzionalmente "fraintendere" per non sentirsi ulteriormente umiliati.

In Giappone quindi questo simbolo significa pace e non vittoria.
In una nazione stremata dalla guerra e che dopo due bombe atomiche stava ancora commemorando i propri morti, il gesto divenne virale e spopolò in quello che ai tempi era lo strumento con maggior diffusione: la fotografia.


Da allora fino ai giorni nostri, giapponesi di tutte le età si ritraggono in questa posa in moltissime foto e video; anche se le nuove generazioni, ignorando completamente la loro storia ed il passato, mimano il gesto della vittoria ✌ senza nemmeno sapere il perché; emulando quello che altri fanno e trovano cool, ma ignorando il profondo significato e valore di un gesto che vuole ricordare che il gioco dei potenti e lo sterminio dei popoli per qualsiasi ideale (giusto o meno) non vale la candela.

Pace fratelli ✌